giovedì 22 agosto 2013

il singhiozzo

(incubi che si ricordano)


C'era che mi trovavo in questa clinica specializzata contro il singhiozzo, la terapia per farlo passare consisteva nel infilzare con un tubo da tenda messo in verticale  il paziente da fianco a fianco e lasciarlo in quella posizione per una settimana, il tutto senza alcuna anestesia o altra precauzione.
Evidentemente lo scopo era quello di spaventare e far passare il singhiozzo col più classico dei rimedi dato che a nessuno (neanche a me) era stata somministrata una tale tortura.
Tuttavia ritengo sia stato più spaventoso sognare di essere l'organizzatore di un festival con Massimo Di Cataldo come headliner.
Posta un commento