martedì 28 maggio 2013

mentre la luna

aveva il pane aveva l'insalata
una lumaca e un coccodrillo
sembrava brillo e bello come un angelo
volava in tondo come dentro a un circolo

pensieri tristi appesi alle pareti
pinocchi e cocci rotti in finto rame
come un salame guardava l'orizzonte
dietro le onde di un mare mattutino

tracciò una linea col piede sulla spiaggia
disse da qui finisce il mio cammino
urlò più forte fino a bruciare il sangue
finì annegato di pianto in un istante

e una sirena cantò la sua canzone
ai marinai di un vecchio galeone
bandiere al vento rumore di ferraglia
arrugginita dal tempo e la tempesta

la prima testa cadde al pomeriggio
di venerdì probabilmente a maggio
tutti la videro cadere nella cesta
nessuno invece comprese la risposta

la gente non ricorda mai abbastanza
il tempo chiuso giocato in una stanza
quando bambini si era tutti eroi
ed il futuro giocava insieme a noi

noi tutti figli di donne complicate
ancora sveglie affacciate alla finestra
mentre la luna osserva divertita
tutti i segreti nascosti nella vita


Posta un commento