lunedì 17 settembre 2012

i nazisti, la neve e il lupo mannaro


(incubi che si ricordano)




A parte cercare di non farsi scoprire dai nazisti in città, il Principe de Curtis che si schianta con la sua spider
nel piazzale di una chiesa stracolmo di bambini e tutto nello stesso contesto creando l'effetto attentato-rappresaglia
A parte la casa isolata abitata da una coppia di vecchietti sospettosi, un agnellino lasciato fuori al freddo sulla neve, un lupo mannaro che si aggira nei dintorni e un postino vestito da palombaro che lascia
le lettere indirizzate ad altri
A parte svegliarsi, accorgersi che è tardissimo, aprire la finestra e vedere che fuori c'è già una spanna di neve
ma la sera prima era piena estate.
Direi che è stata una notte tranquillissima.
Posta un commento