lunedì 24 ottobre 2011

con moderato dolore


(per la morte di un vip)


sarà perché nella mia vita non ho mai e non intendo nemmeno iniziare da ora, fatto di qualsiasi personaggio un idolo, al massimo c'è sempre stato qualcuno verso il quale per un motivo o per un altro ho provato particolare stima ma senza farne un icona da venerare.
Per questo motivo quando sopraggiunge la morte di un vip non riesco ad andare oltre a un moderato dolore, a un dispiacere di circostanza e non posso fare a meno di chiedermi se gli altri hanno un livello di sensibilità maggiore della mia oppure si omologano soltanto.
Per quel che mi riguarda penso che conserverò quel dolore necessario per momenti più miei.
Posta un commento