sabato 15 gennaio 2011

segnali dal sottobosco

(dunque...)


Alla fine hanno vinto i Sì solamente grazie al voto di quelli che non sono interessati direttamente alla questione e ai cambiamenti nella vita che essa produce.
Favorevoli e contrari sono praticamente pari con la differenza del fatto per nulla trascurabile che i No sono tutti No convinti mentre almeno parte dei Sì sono dei Sì ricolmi di paura.
Hanno votato quasi tutti.
Tutto questo non significa una relazione diretta con ciò che è successo in un contesto preciso e quello che potrebbe capitare a livello nazionale in una situazione molto più variegata ma qualche segnale dal sottobosco ritengo debba essere percepito.
la pirma cosa da considerare è che se tutti si sentono coinvolti e si fanno una cultura al riguardo (che mai è qualcosa che si improvvisa all'ultimo momento) c'è meno astensionismo e ciò cambia gli equilibri.
Ovviamente ci sarà qualcuno che percepirà questo segnale con timore mascherandolo dietro a uno spesso strato di boria, ma altri dovrebbero considerarlo come un fatto rilevante del quale tener conto nelle scelte future, perché questo fatto è molto più importante e positivo di qualsiasi altra cosa.
Posta un commento